N.O.T. tecnica di organ. neurologica - Kinesiologia - Touch for Health

Vai ai contenuti

Menu principale:

N.O.T. tecnica di organ. neurologica

Nel 1979 il dr. Carl Ferreri di Brooklyn, nello Stato di New York, riconobbe l’importanza dei sistemi di sopravvivenza. Il dr. Ferreri si rese conto che ogni avvenimento, grande o piccolo che fosse, doveva coinvolgere uno o più sistemi di sopravvivenza.
Facendo un passo indietro nella storia, e tornando a guardare le nostre origini primitive ci rendiamo conto che siamo stati creati per esistere e sopravvivere in un ambiente ostile. Di conseguenza tutto quello di cui abbiamo bisogno per la sopravvivenza ad eccezione del cibo, dell’acqua e dell’ossigeno deve essere ricavato dal nostro corpo. Questo processo non è altro che un meccanismo di autoguarigione, autoregolazione, adattamento.
Questi meccanismi sono innati e sono integrati ed automatizzati sin dal momento della nascita però traumi fisici, psicologici, alimentazione scorretta o povera possono alterarli e non permettergli un funzionamento corretto.
I sistemi di sopravvivenza sono: Lotta o fuggi, nutrimento, riproduzione (sono sistemi esterni) più un eventuale quarto sistema chiamato sistema limbico che è una combinazione dei sistemi immunitario, di riparazione, della crescita e della riproduzione cellulare (è un sistema interno).
Carl Ferreri si rese conto che il corpo in molte delle sue funzioni lavora come un computer con dei programmi specifici attivi appunto sin dalla nascita. A questi programmi “innati” Ferreri percepì l’estensione a molti altri che vengono appresi, elaborati successivamente secondo le necessità del momento.
In breve il nostro corpo reagisce ai fattori esterni in funzione dei sistemi di sopravvivenza e dei programmi innestati sul sistema neurologico.
C’è da dire che esiste una certa semplicità nella risposta del corpo e nella sua organizzazione, essendo solo quattro i sistemi fondamentali coinvolti nella nostra esistenza, tuttavia esistono una miriade di complessità nell’interazione tra questi sistemi.
I problemi infatti insorgono quando i fattori esterni influiscono su l’equilibrio dei sistemi di adattamento che anziché essere coordinati si escludono a vicenda, quando uno è “acceso” gli altri sono “spenti”.
L’applicazione della N.O.T. è mirata a riorganizzare il sistema neurologico in maniera tale da coordinare l’attività dei sistemi di sopravvivenza e di far funzionare il corpo secondo il progetto originario.
I procedimenti della N.O.T., usati in combinazione con la Kinesiologia  e provenienti da ricerche diverse nei settori della Kinesiologia applicata, delle tecniche craniali, sacro-occipitali, chiropratiche e osteopatiche, costituiscono un protocollo organizzato di esame e cura.
Nella N.O.T. esiste un protocollo di procedura graduale, organizzata e prioritaria di organizzazione neurologica in grado di affrontare ogni tipo di disturbo. E’ possibile quindi avere dei risultati immediati ed indirizzati agli obiettivi voluti.
La N.O.T. possiede dei protocolli di base per l’integrazione e l’organizzazione del sistema nervoso, a questi inoltre si possono associare protocolli specifici per: la scoliosi idiopatica, la dislessia e altri disturbi dell’apprendimento, disturbi di pressione sanguigna e di circolazione, il sistema endocrino, la gestione degli zuccheri nel sangue, disturbi del peso, la sindrome di Down, la paralisi cerebrale, l’epilessia, la sclerosi multipla, il trauma della nascita.

Kinesiologia - Touch for Health
Torna ai contenuti | Torna al menu